Mondo
Responsabilità editoriale Xinhua.

Cina: 16 nuovi centri sanitari regionali nel 2021

(XINHUA) - HEFEI, 24 LUG - La Cina inizierà ad istituire altri 16 centri sanitari regionali nel 2021 per fornire alla popolazione un accesso più semplice ai servizi medici di qualità. Lo ha reso noto quest'oggi Li Bin, vicepresidente della Commissione Sanitaria Nazionale, nel corso di una conferenza sulla riforma della medicina e del sistema sanitario tenutasi a Hefei, nella provincia orientale cinese dell'Anhui.
    Secondo il funzionario, il Paese promuoverà anche l'istituzione di centri medici e di ricerca per la medicina clinica a livello nazionale.
    Lo sforzo è in linea con il requisito del Consiglio di Stato di bilanciare la distribuzione delle risorse mediche e di migliorare il sistema a livelli di diagnosi e cura, come risulta da un documento rilasciato a maggio.
    Xu Shuqiang, un altro funzionario della Commissione, ha spiegato che la sfida principale della riforma nel periodo del 14mo piano quinquennale (2021-2025) è quello di garantire che i pazienti ricevano servizi medici adeguati senza dover lasciare le loro suddivisioni native a livello provinciale, oltre che fornire cure a domicilio per malattie minori.
    In precedenza, la Cina aveva già istituito centri sanitari regionali in otto province e Xu ha aggiunto: "il prossimo anno i centri sanitari regionali nel Paese copriranno fondamentalmente tutte le suddivisioni di livello provinciale". (XINHUA)

        Responsabilità editoriale Xinhua.

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie